Spedizione standard 2-3 giorni lavorativi  |  Gratis oltre i € 39,00

Assistenza: assistenza@cbdcristalli.it – WhatsApp 3384292571    |   Contatti    |     Login
WhatsApp 3384292571

Cannabinoidi, cosa sono e quanti tipi ne esistono: facciamo chiarezza

Quando si parla delle virtù della canapa si pensa subito agli effetti che i cannabinoidi hanno sul nostro organismo. Ma che cosa sono i cannabinoidi? E oltre ai ben noti THC e CBD, quanti altri ne esistono? Ad oggi, si contano oltre 113 varietà di cannabinoidi, ma solo su alcuni di questi sono stati fatti degli studi approfonditi e se ne conoscono le proprietà.

In questo articolo, cerchiamo di fare un po’ di chiarezza sull’argomento, soffermandoci sulle proprietà dei quattro principali cannabinoidi contenuti all’interno delle infiorescenze della pianta.

Che cosa sono i cannabinoidi?

I cannabinoidi sono dei composti chimici di origine naturale caratterizzati da 21 atomi di carbonio che si trovano nelle infiorescenze femminili della cannabis. Per via della loro origine, li si definisce anche fitocannabinoidi.

Anche il nostro corpo produce cannabinoidi: grazie al sistema endocannabinoide entrano in gioco molecole come l’anandamide e il 2-Arachidonoilglicerolo, che contribuiscono alla regolazione di numerosi processi dell’organismo. I cannabinoidi della pianta sono in grado di legarsi ai recettori del sistema endocannabinoide e ci possono aiutare a modulare l’infiammazione e a ripristinare una situazione di equilibrio.

Definire il numero esatto di fitocannabinoidi è molto difficile, anche perché alcuni sono presenti in percentuali davvero poco rilevanti. Il CBD è sicuramente uno dei cannabinoidi più conosciuti oggi, perché è possibile commercializzarlo liberamente e ha innumerevoli proprietà terapeutiche. Oltre al CBD, i principali cannabinoidi che troviamo nelle infiorescenze sono i seguenti.

THC (delta-9-tetraidrocannabinolo)

Il THC è una sostanza psicoattiva contenuta all’interno delle infiorescenze, in quantità variabili. È una molecola temuta da molti e considerata addirittura una droga per via dei suoi effetti psicoattivi. In realtà, se assunto sotto stretto controllo medico, il THC può apportare benefici all’organismo, perché ha effetti

  • antidolorifici;
  • antinfiammatori;
  • antibiotici;
  • euforizzanti;
  • stimola l’appetito.

In Italia, il THC non può essere commercializzato liberamente ma possono essere acquistati farmaci a base di THC presentando una prescrizione medica.

Cannabidiolo (CBD)

Il CBD è uno dei cannabinoidi che possono essere estratti dalla pianta ed è considerato l’alter ego del THC, perché le piante presentano quasi sempre un contenuto abbastanza equilibrato di THC e di CBD. I prodotti a base di CBD e le infiorescenze con CBD possono essere commercializzate liberamente a patto che il contenuto di THC presente non superi lo 0,6%.

Il CBD è molto utile per tenere sotto controllo numerosi disturbi, tra cui:

  • ansia;
  • insonnia;
  • infiammazioni;
  • immunomodulatore;
  • dolori muscolari.

Il CBD può essere assunto vaporizzando le infiorescenze, assumendo un olio a base di CBD oppure estratti come cristalli e wax.

Cannabichromas (CBC)

In alcune varietà di canapa il CBC può trovarsi in quantità anche più consistenti del CBD. Possiede proprietà analgesiche e antidolorifiche che vengono stimolate soprattutto quando il CBC è combinato con il THC. È un valido antinfiammatorio e si mostra efficace come rimedio contro funghi e batteri.

Interessanti anche le sue proprietà antidepressive e rigeneranti delle cellule, soprattutto di quelle ematiche. È poi un ottimo tonico per la salute delle ossa e un antitumorale.

Tetraidrocannabivarina (THCV)

Il THCV è un derivato del THC che possiede effetti psicoattivi. È una sostanza neuroprotettiva, quindi molto utile contro il dolore e per controllare gli spasmi, in più stimola il metabolismo e riduce lo stimolo dell’appetito.

In caso di sovrappeso si rivela pertanto un buon rimedio, in quanto allo sprint metabolico associa anche una maggiore lipolisi (metabolismo dei grassi) e un abbassamento della glicemia. Ciò lo rende un principio attivo utile anche per i diabetici.

I cannabinoidi esprimono al meglio le loro virtù quando agiscono in sinergia. È quindi importante considerare l’insieme dei fitocomplessi della canapa più che il singolo cannabinoide.

CBG (cannabigerolo)

IL CBG (cannabigerolo) è un cannabinoide non ancora molto conosciuto ma che presenta parecchi vantaggi a livello terapeutico.

È il primo fitocannabinoide che si sviluppa all’interno dell’infiorescenza e durante la fioritura è presente in abbondanza. Tuttavia, dopo l’essicazione della pianta, la presenza di questa sostanza non raggiunge mai l’1%. Proprio per questo motivo le sue proprietà non sono state molto studiate negli anni passati.

Oggi però si è scoperto che anche il CBG possiede numerose virtù terapeutiche, proprio come gli altri cannabinoidi: ha effetti miorilassanti, antidolorifici, antifungini ed è molto utile per contrastare i sintomi dell’ansia.

Gli ultimi studi hanno dimostrato che potrebbe essere un aiuto contro la psoriasi, nel trattamento del glaucoma (riduce infatti la pressione intraoculare) e delle malattie intestinali.

CBDV (cannabidivarina)

Il CBDV (cannabidivarina) è un fitocannabinoide chimicamente simile al CBD, ma non è ancora molto conosciuta nonostante le sue proprietà perché è presente in quantità significative solo in alcune varietà di cannabis.

Come il CBD, non è una sostanza psicotropa e questo la rende una potenziale alleata per curare numerosi disturbi in campo medico. Ad oggi, sappiamo che la molecola ha effetti anticonvulsivi e può essere utile nel contenere i sintomi dell’epilessia. Inoltre, sono in corso degli studi in cui il focus è l’utilizzo combinato del CBD e del CBDV, che hanno dimostrato l’effetto entourage tra i due cannabinoidi.

Hai bisogno di una consulenza?

Chiama il nostro medico specializzato in fitoterapia con cannabinoidi.

Iscriviti alla newsletter

Vuoi rimanere sempre aggiornato con approfondimenti e news dal mondo della canapa? Iscriviti alla newsletter di A tutta canapa

I prodotti a base di canapa

In questo sito vendiamo prodotti derivati dalla canapa in affiliazione. Cos’hanno di tanto speciale? Il CBD ovvero il cannabidiolo ricco di proprietà nutrienti e benefiche.

Scopri le proprietà del CBD

Scopri i nostri prodotti

Consigli per gli acquisti

Crema per le mani al CBD

Idrata le mani e aiuta la pelle a reidratarsi dopo il lavaggio.

Scopri
Consigli per gli acquisti

Vitamina C e CBD

Vitamina C. Formula liposomiale con CBD

Scopri

Sistemi di pagamenti accettati

Oltre a continuare l'attività informativa sulla canapa e i suoi prodotti derivati legali, vengono proposti prodotti in affiliazione e riceviamo percentuali dagli acquisti idonei. Inoltre abbiamo aggiunto una selezione di prodotti che vendiamo direttamente.  VISITA LO SHOP

I nostri articoli sono di carattere informativo e generalizzati e non possono essere considerati sostitutivi ad una consulenza medica. Per questo abbiamo un medico specializzato in fitoterapia con i cannabinoidi a cui potete chiedere una consulenza. CONSULENZA

Verifichiamo le fonti e i partner e speriamo che il  nostro lavoro sia stato utile per te.

Copyright © Tutti i Diritti riservati. 2022 Sofonisba