Usare i prodotti a base di canapa e con le proprietà del CBD ha effetti benefici

L’olio di Cbd inserito nella tabella delle sostanze stupefacenti: ecco perché e cosa cambia

Questa che segue è una notizia che non avremmo mai voluto dare qui sul nostro portale, ma purtroppo dobbiamo renderne conto: l’olio di Cbd è stato inserito dal ministero della Salute all’interno dell’elenco delle sostanze stupefacenti.

Consigli per gli acquisti

E-Liquid

→ Scopri

Creme cosmetiche

→ Scopri

Olio CBD e melatonina

→ Scopri

CBD per animali

→ Scopri

Perché è accaduto questo e cosa cambia ora nell’utilizzo del Cbd? Cerchiamo di scoprirlo insieme.

Il Decreto è in vigore dal 15 ottobre 2020

Questi i fatti: lo scorso 1 ottobre in Gazzetta Ufficiale è stato pubblicato un decreto del ministero della Salute che sarebbe entrato in vigore due settimane dopo, cioè giovedì 15 ottobre. Ed è stato proprio così. Il decreto ha a che fare con un aggiornamento dell’elenco delle sostanze considerate stupefacenti e psicotrope dalla legge italiana.

All’interno dell’elenco, oltre al già conosciuto Thc (tetraidrocannabinolo), di cui abbiamo parlato diverse volte sul nostro sito, viene inserito anche, a sorpresa, il Cbd. Ecco le parole esatte: “composizioni per somministrazione ad uso orale di cannabidiolo ottenuto da estratti di Cannabis”. In poche parole, e trasferite alle azioni, dal 30 ottobre la vendita di prodotti a base di olio di Cbd diventa vietata ed illegale, perchè viene equiparata a spaccio di stupefacenti.

Perché l’emanazione di questo decreto: le motivazioni

Specifichiamo che nel decreto il Cbd viene inserito nella tabella dei “medicinali a base di sostanze attive stupefacenti”. Questo perché l’Aifa, l’Agenzia italiana del farmaco, sta pensando di autorizzare la commercializzazione di un farmaco che contiene proprio cannabidiolo, già a sua volta autorizzato dall’Ema (European Medicines Agency).

Quali saranno le conseguenze di questo provvedimento

La conseguenza principale sarà quella che a partire da novembre tutti i prodotti a base di olio di Cbd saranno illegali, e quindi non potranno essere venduti. Tutto questo potrebbe significare un vero e proprio crollo di un settore, quello dei negozi di cannabis light, che supportano un mercato che solo in Italia, a detta di stime statistiche considerevoli, vale circa 150 milioni di euro.

Ricordiamo inoltre che il Cbd non ha assolutamente effetti psicotropi, e lo hanno stabilito moltissimi studi provenienti da tutte le Università del mondo, tra cui diversi pubblicati dalla National Library Medicine (li trovi qui). Ora tutto dipende dall’interpretazione normativa del decreto, che potrà essere restrittiva o estensiva. Nel primo caso l’illegalità resterà limitata al solo olio di Cbd, nel secondo potrebbe riguardare anche le infiorescenze, che si basano proprio su questo principio attivo, e di prodotti alimentari. L’unica cosa che si potrebbe continuare a vendere saranno i prodotti tessili.

Consigli per gli acquisti

Olio CBD 5% - 15% - 20%

→ Scopri

Creme curative

→ Scopri

Olio CBD e melatonina

→ Scopri

CBD per animali

→ Scopri

Il nostro commento e pensiero al riguardo

Preso atto di quanto accaduto, ed ovviamente rispettando la legge, vogliamo però sottoporre all’attenzione di chi ci legge il nostro pensiero ed i nostri commenti su questo provvedimento.

Non avendo ben chiaro il perché si sia deciso di inserire in un elenco di stupefacenti una sostanza che stupefacente non è, ci chiediamo se non fosse stato più semplice equiparare il cbd ad un farmaco vendibile anche senza ricetta medica (come si fa nelle parafarmacie, ad esempio). Questo anche alla luce di quanto l’Aifa sta facendo, per autorizzare la commercializzazione di un farmaco contenente cannabidiolo.

In un periodo come questo, in cui l’economia mondiale è funestata dall’impatto di una gestione drammatica per la diffusione di un virus, non è parso azzardato mettere in ginocchio uno dei pochi settori che ancora stava riuscendo a farcela?

All’interno di un ministero che sembrava aver intrapreso una strada piuttosto liberale e aperta, questa decisione non può essere interpretata come una retrocessione nella libertà?

Sono spunti su cui riflettere. Noi di Cbd cristalli vi terremo comunque sempre aggiornati su tutte le altre novità e gli sviluppi di questa vicenda.

Sconto del 10%

Ti offriamo uno sconto del 10% per acquistare prodotti su Nordic Oil.

Digita il codice sconto CRISTALLI_10
Vai sul sito

I prodotti a base di canapa

In questo sito vendiamo prodotti derivati dalla canapa in affiliazione. Cos’hanno di tanto speciale? Il CBD ovvero il cannabidiolo ricco di proprietà nutrienti e benefiche.

Scopri le proprietà del CBD

Tutto quello che c’è da sapere sui cannabinoidi spiegato dal dr Domenico Battaglia

Consigli per gli acquisti

Vitamina C e CBD

Vitamina C. Formula liposomiale con CBD

Scopri
Consigli per gli acquisti

Capsule e oli di CBD

Cura e sostieni il benessere del tuo corpo con l’aiuto del CBD.

Scopri
Consigli per gli acquisti

Crema per le mani al CBD

Idrata le mani e aiuta la pelle a reidratarsi dopo il lavaggio.

Scopri

Ultimo aggiornamento 2020-11-25 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Questo è un sito informativo e tratta la canapa e i prodotti derivati legali. Vengono proposti prodotti in affiliazione e riceviamo percentuali dagli acquisti idonei. Verifichiamo le fonti e i partner e speriamo che il  nostro lavoro sia stato utile per te.

Copyright © Tutti i Diritti riservati. 2020 Sofonisba  - Privacy Policy - Cookie Policy