Usare i prodotti a base di canapa e con le proprietà del CBD ha effetti benefici

semi-di-canapa

Semi di canapa

I semi di canapa si ricavano da una pianta appartenente al genere cannabis sativa che cresce spontaneamente in alcuni Paesi dell’Oriente come l’India o la Russia. A differenza della canapa indiana (nota anche come cannabis indica), la canapa sativa è priva di Thc, le cosiddette sostanze psicotrope e stupefacenti. I semi di canapa sativa costituiscono un alimento davvero interessante, su cui anche la comunità scientifica sta ponendo la sua attenzione in questi ultimi anni. Si tratta infatti di un integratore ideale, poiché contiene la giusta razione di acidi grassi insaturi, proteine rare, vitamine e minerali. Ecco allora come sono fatti i semi di canapa e quali sono i loro benefici per la salute.

La loro composizione: ricchissimi di proteine ed acidi grassi salutari

Integrare l’alimentazione giornaliera con i semi di canapa è un’ottima idea, poiché si fornisce al proprio corpo un vero booster di proteine (di cui questo alimento è composto al 25%). Contengono inoltre otto amminoacidi essenziali per la sintesi proteica e un apporto vitaminico e di sali minerali di tutto rispetto (Vitamina E, calcio, magnesio, potassio). Ma non è finita qui, perché a questo quadro proteico e vitaminico deve aggiungersi anche il suo contenuto in acidi grassi insaturi Omega 6 e Omega 3, ottimi per combattere e prevenire le patologie cardiovascolari, e fondamentali per il mantenimento in salute dell’apparato muscolo-scheletrico.

Offerta

I benefici dei semi di canapa

Del contenuto di Omega 6 e Omega 3 abbiamo detto, insuperabili per prendersi cura della salute del cuore e tenere il colesterolo cattivo sotto controllo. A questi benefici si aggiungono anche quelli contro l’arteriosclerosi, l’artrosi, i reumatismi e alcune patologie dell’apparato respiratorio: in poche parole integrare l’alimentazione con i semi di canapa protegge anche da tracheiti, sinusiti, brutti raffreddori e perfino dall’asma bronchiale. Senza contare i suoi effetti sulla pelle e sul sistema nervoso: eczemi, psoriasi, herpes e acne vengono leniti ed accelerano la guarigione, e i disturbi ansiosi vengono attenuati. Questi semi possono infine rientrare in una cura più ampia (e fungere da coadiuvanti) per contrastare malattie come il Morbo di Parkinson e la sclerosi multipla.

Sottolestelle Farina di Semi di Canapa - 6 confezioni da 500gr - Totale 3 kg
  • Da agricoltura biologica
  • Senza latte e uova
  • Prodotto da forno
  • 100% vegetale

Come usare i semi di canapa: qualche suggerimento

Il sapore dei semi di canapa è davvero gradevole e ciò fa sì che possano essere utilizzati in molti modi in cucina. Innanzitutto possono essere aggiunti alle insalate di tutti i giorni, oppure impiegati nella preparazione di speciali salse o pesti, da amalgamare alla pasta o da spalmare su crostini. Questo alimento può essere inoltre consumato anche a colazione, alla maniera dei cereali o della frutta secca, quindi aggiunto a macedonie, yogurt, frutta fresca. Un’altra idea può essere quella di inserirli nell’impasto dei biscotti per arricchirli di gusto e salute. Ottimi anche nell’impasto del pane o come ingrediente plus per i frullati. Senza contare che possono essere impiegati nella preparazione di ricette vegane. Una di queste è il tofu di canapa (Hemp-fu), più gustoso rispetto al tofu di soia; l’altra è lo Shichimi, blend giapponese molto piccante di spezie che insieme  mescola i semi di canapa al peperoncino, ai semi di sesamo e di papavero e al pepe nero (qualcuno aggiunge anche lo zenzero). Dai semi di canapa si ottiene poi l’olio di canapa o la farina di canapa, entrambi complementi alimentari che si prestano a moltissimi utilizzi (come si può vedere anche in altre pagine di questo sito). Ricordiamo infine che i semi di canapa possono essere decorticati o integrali, biologici o meno, secondo i gusti e le esigenze del consumatore.

 

Ultimo aggiornamento 2019-12-05 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API